Press "Enter" to skip to content

Quanto guadagna un ingegnere

Un ingegnere con esperienza, avanzato nella sua professione, specializzato nel suo settore in tecniche, studi e applicazioni in Italia e Europa guadagna uno stipendio lordo mensile di 2000/2500 euro. Si tratta di una stima base calcata dalla società imprenditoriale e internazionale Randstad HR Trends & Salary Survey considerata da molti analisti del settore.

stipendio ingeniere

Stipendio annuale e mensile di un ingegnere

Il lavoro dell’ingegnere dopo il medico è quello più ambito e ricercato, una laurea in ingegneria con voti alti permette di trovare lavoro entro un anno sia in Italia che all’estero. Gli stage e i praticantati si effettuano tra i 28 e i 35 anni, dai 35 anni fino a 65 anni si lavora sia all’interno di aziende e studi professionali associati.

Lo stipendio medio netto che un ingegnere neolaureato è di 1717 euro mensili senza fare differenza di settore. Uno studio professionale è in grado di accaparrarsi all’anno lavori da 39.000 a 70.000 euro annuali che possono essere gestiti da più ingegneri specializzati. 

Un ingegnere specializzato alla manutenzione percepisce come base uno stipendio annuale di 39.000 euro che può crescere fino a 60.000 euro, si lavoratore con piccole e grandi imprese di diversi settori.

I Sales Engeneer sono gli ingegneri che si occupando della vendita di strumenti tecnici, brevettati e costruiti da loro insieme ad altri professionisti. Si tratta di una vera e propria attività che all’anno permette di guadagnare dai 38.000 euro fino ai 60.000 euro fatturati. L’ingegnere neolaureato può partecipare attraverso stage o progetti di studio/università alla creazione di questi strumenti tecnici, a livello informatico si tratta anche di software e programmi.

I Quality e Process Engineer sono le altre due specializzazioni dove lo stipendio cresce più in fretta, in queste categorie si controlla la qualità dei processi produttivi e funzionali delle aziende per ottimizzare e velocizzare la costruzioni dei prodotti. Questi supervisori all’anno possono essere pagati da un minimo di 70.000 euro annui ad un massimo di 130.000 euro annui.

I settori dove gli ingegneri lavorano di più

I neolaureati in ingegneria hanno la possibilità di iniziare a lavorare in molti settori: industria, finanza gestionale, meccanica medica e sanitaria, costruzioni civili e militari. La preparazione che hanno può essere applicata anche dove viene richiesta molta capacità intellettuale, gli esempi attuali sono la finanza bancaria e digitali per la creazione di programmi e software avanzati. Finora i settori che hanno fatto lavorare di più sono chimica e produzione materiali con uno stipendio base di 1500 euro netti, dopo i due anni di esperienza si superano i 1800 euro.

Nell’ingegneria meccanica, collegata soprattutto all’industria degli autoveicoli e delle grandi macchine vengono reperiti ogni anno più di mille impiegati per progetti nuovi. L’ingegneria civile è legata a tantissimi campi nella costruzione di strutture e palazzi, si lavora con le grandi aziende partendo da stipendi base di 1900 euro.

L’ingegneria aerospaziale ha richiamato molti studenti perché ha mansioni con i più alti stipendi, un progetto può far guadagnare ad un’azienda fino a 100.000 euro l’anno impiegando più di un professionista. L’ultimo settore è l’ingegneria informatica gestionale rivolta al settore dei computer, dei dispositivi mobile, uno studente può iniziare già con degli stage a percepire compensi dai 700 euro, con la produzione dei robot inizierà un mercato con stipendio sopra i 2000 euro.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi